tfp it newlogo

La visita del cardinale-martire ucraino Josyf Slipyj alla TFP brasiliana

 

 

di Redazione

Nel settembre del 1968 la TFP brasiliana ricevette un illustre visitatore: il cardinale ucraino Josyf Slipyj, arcivescovo metropolita maggiore di Lvow. Il cardinale Slipyj aveva opposto una ferma resistenza al comunismo in patria. Per questo motivo, dall'aprile 1945 all'inizio del 1963 venne sottoposto a una lunga prigionia e ai lavori forzati in Siberia, Mordovia e nelle regioni polari. Era naturale che la TFP rendesse omaggio a questo eroe della lotta contro il comunismo. Il ricevimento ebbe luogo il 26 settembre presso la sede del Consiglio Nazionale della TFP a San Paolo (allora in Rua Pará, nº 50). Erano presenti elementi di spicco del clero, delle forze armate, della società di San Paolo e della colonia ucraina, oltre a centinaia di membri e cooperatori dell'entità.

Al termine della cena servita agli ospiti, il prof. Plínio Corrêa de Oliveira, Presidente del Consiglio Nazionale della TFP, indirizzò un saluto al reverendo ospite, sottolineando la coerenza dimostrata di fronte al comunismo lungo tutta la sua vita. Ne ricordò la lunga prigionia a cui Sua Eminenza era stata sottoposta dai sovietici, infuriati per il coraggio e la fermezza con cui aveva saputo difendere i diritti della Chiesa in un’epoca di concessioni. Infine, sottolineò i legami tra Brasile e Ucraina, nazioni unite dalla stessa fede, ed espresse i suoi personali auguri di felicità all'Arcivescovo Maggiore e alla sua illustre Patria, soggiogata dal dispotismo sovietico.

Ringraziandolo, il cardinale Slipyj evidenziò l'alto valore culturale e civico del ruolo svolto dalla TFP, all'interno della società brasiliana, a difesa della pace e dei valori fondamentali della civiltà cristiana occidentale. Il prof. Plinio Corrêa de Oliveira offerse poi all'Eminentissimo Cardinale un ricordo della Società Brasiliana per la Difesa della Tradizione, della Famiglia e della Proprietà: un magnifico fermacarte in pietra semipreziosa brasiliana.

Prima di lasciare la sede della TFP, il Cardinale e gli ecclesiastici che lo accompagnavano ricevettero anche lo stendardo rosso con il leone d'oro, insegna dell'entità. In mezzo a un applauso vibrante, Sua Eminenza si ritirò, benedicendo i presenti.

Nel gennaio del 1977 la rivista della TFP nordamericana – CRUSADE – pubblicò un numero speciale intitolato “Oro, lutto e sangue – Ucraina: una tragedia senza frontiere”, in cui descriveva la tragica dimensione dell'abbandono dei cattolici ucraini martirizzati dall’oppressione comunista russa. L'articolo mostrava come quella situazione fosse peggiorata a causa della politica di distensione del Vaticano con i governi comunisti. Il cardinale Slipyi elogiò l'iniziativa di Crusade, augurandole i migliori frutti.

 

Al seguente link è possibile vedere un breve video, con immagini d’epoca, della visita del cardinale Slipyj alla TFP brasiliana: https://www.youtube.com/watch?v=R4talCR8woc

© La riproduzione è autorizzata a condizione che venga citata la fonte