Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Videogiochi moderni che includono personaggi "transgender"

 

 

di Edwin Benson

In un mondo in cui sia la Disney Company che le scuole elementari discutono apertamente di "orientamento di genere", doveva succedere. Un popolare videogioco ha aggiunto i personaggi "transgender" alle opzioni disponibili. I videogiochi hanno successo perché catturano gli interessi dei giocatori. Cosa di per sé non dannosa. Tuttavia, l’interesse per un videogioco spesso si traduce in un'ondata di energia, una scarica di dopamina che può portare la persona a giocare troppo a lungo e troppo intensamente e, così facendo, può favorire una sregolatezza in cui l'intelletto non ha più il controllo delle passioni e della sensibilità.

Inoltre, il mondo dei videogiochi fiorisce in un'epoca in cui la cultura popolare disapprova la virtù. Pertanto, non sorprende che la maggior parte dei videogiochi promuova attività peccaminose o violente.

I Sims

All'inizio, i giochi Sims rappresentavano un'eccezione alla tendenza dei videogiochi a precipitarsi verso i lati violenti e squallidi della vita. Al comincio degli anni Novanta, gli studenti giocavano a Sim City, un gioco che aveva debuttato nel 1989. L'obiettivo era simulare (da qui il nome “sim”) la costruzione di una città. Si trattava di una rappresentazione di livello inferiore dei metodi di progettazione computerizzata (CAD) che si stavano diffondendo nei settori dell'architettura e dell'industria.

Nel 2000 debuttò The Sims. Questo nuovo gioco non riguardava tanto l'ingegneria e l'architettura, quanto piuttosto le persone immaginarie create dai giocatori che vivevano la loro vita virtuale ed ha avuto quattro versioni con molteplici "pacchetti di espansione", cioè, nuovi aggiornamenti.

L'attuale versione, The Sims 4, porta lo slogan "Dimentica i limiti. Trova te stesso". Incoraggia i giocatori a "esplorare i mondi, le esperienze e le storie più recenti e più belle". I titoli tipici dei pacchetti di espansione per The Sims 4 sono "Vivere in città", "Diventare famosi", "Stile di vita ecologico" e "Fuga nella neve". Altri portano titoli più inquietanti, come "Vampiri" e "Lupi mannari".

Una fantasia costruita su una fantasia

Molte persone desiderano essere più intelligenti; altre desiderano essere più atletiche. Chi è basso vuole essere più alto. I cosmetici sono popolari perché ci permettono di avere un viso leggermente migliore di quello che vediamo allo specchio. Insomma, molte persone hanno una visione di ciò che vorrebbero essere piuttosto che quelle che di fatto sono.

"The Sims" permettono ai giocatori di creare versioni presumibilmente migliori di sé stessi. Questo è uno dei motivi della loro prolungata popolarità ed è anche il motivo per cui la più recente modifica del gioco desta preoccupazione. Il Daily Signal descrive così la situazione:

"Oltre a essere l'ennesimo esempio di corruzione selvaggia nella sfera dei giochi, la possibilità di aggiungere nuove opzioni di personalizzazione per i cosiddetti transgender solleva interrogativi sul modo in cui la sinistra considera il transgenderismo e la sua attuale spinta verso lo status sociale".

Una delle bugie del movimento transgender

Presumibilmente, il movimento transgender si basa sull'idea che alcuni ragazzi siano "intrappolati" in corpi femminili e viceversa. Se questo fosse vero, un ragazzo che gioca a The Sims potrebbe scegliere di presentare il suo personaggio come una ragazza. Una ragazza "disforica di genere" potrebbe fingere di essere un ragazzo. Ma, come continua l'articolo del Daily Signal:

"In un mondo di fantasia in cui il giocatore può essere qualsiasi cosa voglia essere e creare un avatar che corrisponda alla visione che ha di sé stesso - in altre parole, un uomo che si sente donna potrebbe avere un avatar femminile - perché mai uno non dovrebbe scegliere invece un avatar transgender?".

La risposta è che essere "transgender" è diventato di moda. Almeno per alcuni, possedere questa personalità discordante e problematica significa essere superiori a una persona normale di entrambi i sessi. Queste persone non desiderano essere del sesso opposto; vogliono ribellarsi a ciò che sono e al Dio che li ha fatti così.

Adolescenza confusa

Questa situazione è ancora più confusa perché i "sofferenti" sono spesso adolescenti. Soprattutto in questi tempi postmoderni, gli adolescenti sono pieni di conflitti e confusione. Ai giovani viene insegnato che possono essere qualsiasi cosa, ma raramente hanno idee solide sulle persone che vogliono essere.

La facilità di confondere gli adolescenti di oggi è il motivo per cui l'ideologia di genere è così pericolosa. Questo effetto è significativamente maggiore per i bambini provenienti da famiglie disagiate e per quelli che hanno, a causa di diversi motivi, rapporti tesi con i genitori. L'arrivo dell'età adulta è eccitante sotto molti aspetti, ma può anche essere terrificante.

Pertanto, gli adolescenti postmoderni si lasciano influenzare più del solito dalle tendenze del momento, dalle mode e dalle celebrità. La crescente "tendenza" al transgenderismo può facilmente indurre i giovani a chiedersi se siano essi stessi "transessuali". Se poi si aggiunge l'influenza di un consulente "comprensivo", l'ondata tendenziale può diventare irresistibile. La nuova versione di "The Sims 4" non farà altro che contribuire alla confusione.

Una soluzione permanente a un problema temporaneo

La maggior parte degli adulti imparziali e ponderati sa quello che l'adolescente confuso ancora non sa: che questi problemi spesso si dissolvono con il tempo e la maturità. Questo è uno dei motivi per cui gli attivisti (della ideologia di genere) sono così ansiosi di "lavorare" con gli adolescenti nella speranza di gonfiare il numero di coloro che vivono una vita da "transessuali" - e, di conseguenza, l'accettazione pubblica della transessualità. Già hanno giocato a questo gioco con grande successo nel campo correlato dell'omosessualità. Questi veterani della rivoluzione sessuale sono desiderosi di ripetere quel successo a un livello ancora più fondamentale e distruttivo.

Un altro fattore cruciale è che la maggior parte dei "trattamenti" per la disforia di genere sono irreversibili. Una volta che la pubertà è stata ritardata e gli interventi chirurgici sono stati eseguiti, le possibilità di vivere la vita quotidiana come membro del proprio sesso naturale sono essenzialmente finite. I recenti casi di Chloe Cole, Keira Bell e Chris Beck1 evidenziano le enormi sfide che devono affrontare coloro che si rendono conto di aver commesso un terribile errore.

I bambini e ragazzini devono essere protetti da un simile destino. I medici, gli psichiatri e gli psicologi dovrebbero essere in prima linea nel prevenire questi abusi, anziché farsi promotori principali di queste pratiche barbare. Una delle cose che i genitori e i medici dovrebbero combattere è l'effetto di The Sims 4. Questa è una guerra culturale in cui tutto fa parte della battaglia.

 

Note

1. Casi noti in America di persone che hanno fatto una “transizione” sessuale e poi, pentite, hanno cercato in modo frustrante di fare la “detransizione”. Chris Beck, per es., confessa apertamente che la sua esperienza che lo portò da soldato di élite nei Navy Seals a simil-donna “ha rovinato la mia vita”.

 

Fonte: Return to Order, 1 Marzo 2023. Traduzione a cura di Tradizione Famiglia Proprietà – Italia.

© La riproduzione è autorizzata a condizione che venga citata la fonte.